come conservare il parmigiano reggiano

Le regole per conservare al meglio il Parmigiano Reggiano

Il Parmigiano Reggiano è presente nella cucina di tutti: grattugiato sulla pasta, ripieno per primi piatti o semplice spuntino, è un ingrediente decisamente immancabile. Non tutti però sanno che esistono alcune piccole regole per conservarlo al meglio e per mantenerne intatte tutte le preziose proprietà, da quelle nutrienti a quelle gustative.

Ovviamente tutto dipende da come è acquistato, se preconfezionato o fresco. Vediamo quindi in dettaglio tutte le regole per una corretta conservazione del Parmigiano Reggiano.

Come conservare il Parmigiano Reggiano preconfezionato

La prima cosa da sapere è che il Parmigiano Reggiano già tagliato e confezionato sottovuoto può essere addirittura esposto (per brevi periodi) anche a temperatura ambiente senza che subisca danni alla sua struttura.

Tuttavia, una volta acquistato è importante mantenerne la freschezza. Per questo motivo il formaggio va posizionato in frigorifero ad una temperatura compresa tra i 4°C e gli 8°C, controllando che la confezione sia completamente integra per evitare perdite nel gusto e negli aromi.

Rispettando tutte queste piccole accortezze, e senza aprire la confezione, il vostro Parmigiano Reggiano si conserverà tranquillamente per alcuni mesi. E se invece avete acquistato del Parmigiano Reggiano fresco?

Come conservare il Parmigiano Reggiano fresco o tolto dalla confezione

Quando si acquista Parmigiano Reggiano fresco, o nel momento in cui si apre la confezione sottovuoto, bisogna seguire alcune piccole regole per garantire una conservazione ottimale e duratura.

Per prima cosa il formaggio va conservato al fresco in frigorifero, ad una temperatura compresa tra i 4°C e gli 8°C, così da non intaccarne le preziose proprietà organolettiche. È necessario, inoltre, stabilire un livello di umidità ottimale e tenerlo lontano dagli altri cibi, in quanto la parte grassa del formaggio tende ad assorbire gli odori. L’ideale è quindi utilizzare contenitori dedicati in vetro o in plastica, oppure avvolgere il Parmigiano Reggiano in semplice pellicola per alimenti o nella carta per formaggio.

Un altro piccolo segreto è controllare il Parmigiano Reggiano di tanto in tanto nella confezione sottovuoto: nel caso infatti questa si gonfi, significa che è entrata dell’aria. Se succede, aprite subito la confezione e avvolgete il Parmigiano come sopra.

Un ultimo vitale accorgimento: evitate assolutamente di congelarlo, o perderà consistenza, gusto e profumo!

Ora che conoscete tutte le regole su come conservare il Parmigiano Reggiano, non vi resta che assaggiare quello che ogni giorno produciamo nel nostro caseificio, utilizzando solo latte di alta qualità lavorato seguendo tecniche tradizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla lista di attesa Ti informeremo quando il prodotto avrà raggiunto la stagionatura e ne avremo una quantità sufficiente.

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Menu principale