Parmigiano Reggiano nel menu di Pasqua

Menu di Pasqua con Parmigiano Reggiano

Le feste sono un momento speciale da passare in famiglia e per sbizzarrirsi in cucina!
Oggi vi proponiamo qualche idea gustosa per preparare il vostro menu di Pasqua, dall’antipasto al dolce, utilizzando il Parmigiano Reggiano.

Cestini di Parmigiano “cacio e pere”

Ricordate come si preparano i cestini di Parmigiano? Sono perfetti per un antipasto gustoso e facile da preparare.
Dopo aver creato i dischetti di Parmigiano grattugiato e averli cotti in forno, o nel microonde, lasciateli raffreddare appoggiati su di un bicchiere capovolto per ottenere la forma concava.

Nel frattempo, ripassate in padella dei pezzetti di pera già sbucciata e affettata, giusto il tempo di farla caramellare, e aggiungetela a del formaggio spalmabile, amalgamando fino a formare una crema.

Quando i cestini saranno tiepidi e croccanti, sono pronti per essere farciti e impiattati. Per un tocco da chef, guarnite con un filo di miele o due foglioline di menta ben lavata.

Se avete poco tempo per cucinare gli antipasti, potete sempre ripiegare su un Parmigiano reggiano 12 mesi a scaglie, guarnito con un ottimo aceto balsamico.

Parmigiano Reggiano grattugiato

Passatelli fatti in casa nel menu di Pasqua

I passatelli sono un piatto emiliano che profuma di casa e di festività e il Parmigiano Reggiano è uno degli ingredienti principali. 
Per cuocerli avrete bisogno del brodo di carne, che potete preparare in anticipo.

Mettete in una ciotola del Parmigiano grattugiato e pangrattato in parti uguali, poi unite le uova sbattute già salate. Per calcolare le porzioni, considerate 1 uovo ogni 2 persone.
L’impasto ottenuto andrà lavorato prima con la forchetta e poi con le mani, fino a ottenere una consistenza omogenea, infine lasciatelo riposare per circa 20 minuti.
Passate delle piccole porzioni di impasto nello schiacciapatate e tuffatele direttamente nel brodo già bollente, dove dovranno cuocere per pochissimi minuti.

La ricetta classica prevede di gustarlo in brodo, ma se preferite potete scolarli e condirli con il vostro sughetto preferito. Li avete mai provati con la crema di Parmigiano?

Agnello fritto con panatura al Parmigiano

Arrosto o in padella, l’agnello è un piatto che non può mancare in un menu di Pasqua.
Per preparare uno squisito agnello fritto -se sono costolette, meglio-  sbattete le uova e aggiungete sale, pepe e spezie a piacimento e tenete la carne immersa nelle uova sbattute per 4-5 ore.
Il suo sapore forte può essere smorzato immergendolo in acqua e limone per una notte, ma questo passaggio non è consigliato per la frittura in quanto la carne manterrebbe troppa umidità.

Fate scaldare l’olio di semi, e nel frattempo preparate una panatura composta da 2 parti di pangrattato e una parte di Parmigiano Reggiano grattugiato finemente.
Prendete i pezzetti di agnello e passateli per due volte nella panatura, esercitando una leggera pressione con le dita per far aderire bene il pangrattato.
Friggete nell’olio bollente fino a doratura e scolate con cura, tamponando con carta assorbente per rimuovere l’olio in eccesso. Servitelo accompagnato da una confettura di frutti rossi, e buon appetito!

Dal Caseificio San Simone, tanti auguri di buona Pasqua a tutti i nostri lettori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla lista di attesa Ti informeremo quando il prodotto avrà raggiunto la stagionatura e ne avremo una quantità sufficiente.

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Menu principale