parmigiano reggiano diventato duro

Parmigiano diventato duro: come riutilizzarlo

È successo a tutti noi, prima o poi, di dimenticare un pezzo di parmigiano in frigorifero non chiuso alla perfezione, oppure di lasciarlo all’aria per troppo tempo, ritrovandoci così con un prodotto indurito che non sappiamo più come utilizzare. Tuttavia — come ci insegnano da sempre le nonne — ci sono tantissimi trucchi per riutilizzare i prodotti avanzati o in condizioni non più perfette. Oggi scopriamo come riusare il Parmigiano diventato duro!

Parmigiano: come ammorbidirlo quando si indurisce

Il Parmigiano Reggiano è un ingrediente fondamentale in cucina. Lo mangiamo da solo, oppure abbinato a miele e/o confetture, ma lo impieghiamo anche in tantissime ricette, dai passatelli alle lasagne… E quindi, se troviamo un modo per “ammorbidirlo”, possiamo recuperare un ottimo ingrediente.

Un rimedio per ammorbidire un pezzo di Parmigiano duro è avvolgerlo in un tovagliolo umido e poi nella carta argentata per un giorno. In alternativa possiamo provare a lasciarlo in ammollo nel latte per una notte. È ovvio che il prodotto dopo questo trattamento non sarà come un parmigiano fresco al meglio delle sue caratteristiche, tuttavia potremo in questo modo impiegarlo in qualche ricetta in cui appare come ingrediente.

parmigiano diventato duro
Parmigiano Reggiano diventato duro: i nostri consigli

In quali preparazioni utilizzare il Parmigiano diventato duro

Quando il Parmigiano diventa duro possiamo anche decidere di impiegarlo in alcune preparazioni senza tentare prima di ammorbidirlo. Possiamo ad esempio grattugiarlo o tagliarlo a cubetti e usarlo per insaporire zuppe e minestre, possiamo scioglierlo in padella per creare delle chips di formaggio, possiamo unirlo a della panna fresca e sciogliere il tutto per creare una saporita fonduta con cui condire i tortellini o altre paste fresche.

Parmigiano duro: come evitare il problema

L’ideale, tuttavia, è quello di prevenire l’indurimento del Parmigiano Reggiano. Per prevenire il problema, ricordate i consigli forniti dal manuale del Consorzio: bisogna evitare il più possibile il contatto con l’aria affinché la parte esterna del formaggio non si secchi; è consigliato, a questo scopo, conservarlo in contenitori ermetici in vetro o in plastica. In alternativa avvolgere il Parmigiano Reggiano in pellicola alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla lista di attesa Ti informeremo quando il prodotto avrà raggiunto la stagionatura e ne avremo una quantità sufficiente.

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Menu principale